Informativa Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. X
LogoutPannello amministrazione
MENU
Accesso utenti

Archeologia: Conferenza Stampa su Gabii

Pubblicata il 04/03/2010

Il 25 Febbraio si è svolta una conferenza stampa per presentare gli importantissimi risultati dello scavo di Gabii (a 20 chilometri da Roma, al XII miglio della via Prenestina antica), svolto dall'equipe diretta dal prof. Marco Fabbri dell'Università di Roma Tor Vergata, in collaborazione con la Scuola di Specializzazione di Matera e della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, dott. S. Musco. Infatti è stata scoperta la casa del "rex" di Gabii, probabilmente un tiranno legato alla famiglia dei Tarquini. Sulla base delle fonti si può ipotizzare che si tratti dell'ultimo re di Gabii. Gli archeologi: "Testimonianza straordinaria, che non ha eguali in tutto il Lazio". L'edificio è la prima struttura abitativa di età arcaica (VI secolo a.C.)  in Italia ad essere stata rinvenuta con murature integre fino a 2 metri di altezza. Il prof. Marco Fabbri racconta: "Quando inizia la dinastia dei Tarquini a Roma, lo stesso accade qui, strutturando la reggia su un edificio precedente datato al VII secolo a.C. Se a Roma c'è il potere centrale, Gabii è una sorta di città vassallo ma anche dotata di un'identità forte di centro culturale. Con i Tanquini Gabii diventa un centro del potere parallelo a Roma. Con la Repubblica tutto cambia, e gradualmente a Gabii inizia la decadenza. Gabii finisce in epoca tardo antica. Nel Mille è già abbandonata. Eppure la casa del rex non viene distrutta ma solo seppellita nel tumulo". Per questo l'edificio è così ben conservato, mentre a Roma strutture cosi non ce ne sono, perchè tutto ciò che a Roma è riferibile a quest'epoca è stato spianato e distrutto. Per cui Gabii risulta essere molto importante per lo studio di una fase storica che a Roma non è più visibile.

Feed RSS Se vuoi restare sempre aggiornato sulle nuove news che vengono caricate, puoi Iscriverti ai nostri Feed RSS. Qualora non avessi un RSS Reader, puoi ricevere le novità comodamente via Email, iscrivendoti dal seguente link Iscrizione RSS Email. Questi servizi e la loro sottoscrizione sono completamente gratuiti e disattivabili in qualsiasi momento.

Attendere prego...