Informativa Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. X
LogoutPannello amministrazione
MENU
Accesso utenti

Antropologia: Dibattito sull'uomo sapiente in Asia Orientale

Pubblicata il 21/11/2010

Sulla rivista Proceedings of National Accademy of Sciences, numero del 9 Novembre, è stato pubblicato un articolo in cui si riportano i risultati delle analisi fatte su tre molari e la porzione anteriore di una mandibola appartenenti a un Homo sapiens scoperto tre anni fa nella cava di Zhiren nella Cina meridionale. I resti sono stati datati attraverso la serie dell’uranio a più di 100.000 anni fa; quindi si tratta dei fossili più antichi attribuibili ad Homo sapiens presenti in estremo Oriente, e quindi l’emergenza di Homo sapiens nell’Eurasia orientale sarebbe avvenuta 60.000 anni prima di quanto fino ad ora gli studiosi pensassero. Ma è tornato così a galla un vecchio dibattito: questi dati, secondo gli autori dello studio, supporterebbero l’ipotesi che la comparsa dell’umanità moderna in quest’area è stata conseguenza di un processo di trasformazione dell’umanità arcaica (l’Homo erectus) in umanità moderna (l’Homo sapiens) e del continuo mescolamento tra esse, e quindi continuano a sostenere il modello della continuità regionale, rigettando la teoria ben accreditata che prevede che l’uomo moderno sia nato unicamente in Africa e si sia successivamente spostato nelle altre aree del Vecchio Mondo mescolandosi in relatà pochissimo con le popolazioni preesistenti di Homo erectus (in Asia), e dell’uomo di Neandertal (in Europa, in Medio Oriente e nell’Asia occidentale); successivamente si è spinto a popolare il Nuovo Mondo. In realtà, i dati fossili e molecolari hanno ormai dimostrato che la nostra specie ha avuto un’origine unica, africana e recente. Quindi i risultati di queste ricerche al massimo potrebbero dimostrare che una popolazione di Homo sapiens abbia lasciato il continente natale (l’Africa), per spingersi nelle aree più orientali dell’Asia poco dopo la nascita della specie (avvenuta circa 200.000 anni fa).  

Feed RSS Se vuoi restare sempre aggiornato sulle nuove news che vengono caricate, puoi Iscriverti ai nostri Feed RSS. Qualora non avessi un RSS Reader, puoi ricevere le novità comodamente via Email, iscrivendoti dal seguente link Iscrizione RSS Email. Questi servizi e la loro sottoscrizione sono completamente gratuiti e disattivabili in qualsiasi momento.

Attendere prego...